Imprese, la pdl Abrignani per ‘superare’ la Prodi-bis

0
ilva

ROMA (Public Policy) – di Luca Iacovacci – Eliminare la fase giudiziale prevista dalla legge Prodi-bis, con l’accesso diretto all’amministrazione straordinaria per tutte le imprese che soddisfino alcuni requisiti occupazionali e di indebitamento (minimo 200 lavoratori e 100 milioni di indebitamento contro gli attuali minimi di 500 lavoratori e 300 milioni).

Ovvero, ricondurre a unità le procedure di amministrazione straordinaria delle grandi imprese e dei complessi di imprese in crisi, favorendone l’accesso e estendendone il campo d’applicazione.

Questo l’obiettivo di una proposta di legge alla Camera, a prima firma Ignazio Abrignani (Ala), che sta per intraprendere il proprio iter parlamentare a Montecitorio.

Durante la settimana la presidente della commissione Giustizia della Camera, Donatella Ferranti (Pd), si è impegnata a scrivere “una lettera alla presidente della Camera, per chiedere se vi siano le condizioni per rivedere l’assegnazione di tale proposta di legge e, quindi, per assegnarla alle commissioni riuniteGiustizia e Attività produttive (per ora è stata assegnata solo alla Attività produttive).

continua – in abbonamento