Lobby Ue, ok alla risoluzione contro le ‘porte girevoli’

0
lobby

BRUXELLES (Public Policy) – La commissione Econ (Problemi economici e monetari) del Parlamento europeo ha approvato all’unanimità una proposta di risoluzione del Parlamento per la prevenzione dei conflitti d’interesse per chi svolge impieghi pubblici in istituzioni e organi nell’ambito dell’Unione economica e monetaria.

Il testo sottolinea in particolare la necessità di azioni da parte della Commissione per contrastare il fenomeno cosiddetto delle “porte girevoli”, per il quale chi ha incarichi pubblici di regolazione si sposta a lavorare per soggetti privati che agiscono nello stesso ambito di competenza, definito come “un problema comune a tutte le istituzioni, organi, uffici e agenzie in tutta l’Unione e i suoi Stati membri”, e per il quale si sottolinea “la necessità di un quadro giuridico unificato per affrontare in modo efficiente questi problemi”, intervenendo in particolare sui periodi di pausa tra i diversi incarichi professionali.

La proposta di risoluzione fa specifico riferimento alla nomina del direttore esecutivo dell’Autorità bancaria europea (Eba) Adam Farkas come direttore generale della lobby Afme (Association for financial markets in Europe) dal 1° febbraio 2020, considerato dalla risoluzione come un danno per l’Eba e per tutte le istituzione europee. (Public Policy) GIL