Trasporto dei rifiuti, le principali modifiche in commissione Envi

0

BRUXELLES (Public Policy / Policy Europe) – Dal divieto di esportazione dei rifiuti per il recupero della plastica fuori dall’Ue e degli Stati membri Efta alla possibilita di chiudere accordi multilaterali per la spedizione dei rifiuti, passando per linee guida per il rispetto degli standard Ue nei Paesi terzi e maggiore trasparenza sulle informazioni di spedizione. Sono alcune delle modifiche contenute nel mandato negoziale approvato dalla commissione Ambiente (Envi) del Parlamento Ue, al regolamento sul trasporto dei rifiuti.

Ecco, nel dettaglio, le principali modifiche proposte rispetto al testo approvato dalla Commissione europea:

STOP RECUPERO PLASTICA FUORI UE/EFTA

Vietate le esportazioni per il recupero di rifiuti di plastica al di fuori dell’Unione e degli Stati membri dell’Efta.

ACCORDI MULTILATERALI SMALTIMENTO

Consentita la firma di accordi multilaterali anche per le spedizioni di rifiuti destinati allo smaltimento, se la situazione geografica e demografica lo giustifica. Le condizioni per il via libera allo smaltimento, in questo caso, possono essere rese meno rigorose per le spedizioni transfrontaliere verso il più vicino impianto idoneo allo smaltimento, in conformità alla direttiva 2008/98/CE e con la gestione ecologicamente corretta dei rifiuti.

continua – in abbonamento

NAF