Bussola Difesa, spunta un paragrafo sulle spese: di più e meglio

0

BRUXELLES (Public Policy / Policy Europe) – Nell’ultima bozza di Bussola strategica della difesa (Strategic compass), messa a punto dalla presidenza francese del Consiglio Ue dopo l’invasione della Russia in Ucraina e presa in visione da Policy Europe, spunta un intero nuovo paragrafo dedicato alla spesa per la difesa.

“Entro la metà del 2022 definiremo obiettivi sull’aumento e il miglioramento della spesa per la difesa per soddisfare le nostre esigenze di sicurezza, massimizzare l’output, aumentare l’interoperabilità e sfruttare appieno le economie di scala, anche attraverso un approccio europeo coordinato e collaborativo e il pieno utilizzo degli strumenti dell’Ue”, si legge. “La Commissione svilupperà ulteriori incentivi per stimolare la collaborazione degli Stati membri in investimenti in capacità di difesa strategica, in particolare quelli da sviluppare e/o acquisire congiuntamente in strutture cooperative dell’Unione Europea”. La Commissione dovrà quindi redigere una relazione sugli sviluppi, le barriere e le opportunità legate a progetti di difesa multinazionale.

“In linea con gli impegni già assunti attraverso la Pesco e in vista delle sfide strategiche che stiamo affrontando, diventa urgente spendere di più e meglio – aggiungono gli Stati membri nella bozza – Aumenteremo quindi sostanzialmente la nostra spesa per la difesa. Garantiremo un approccio europeo coordinato e collaborativo per tali maggiori spese a livello degli Stati membri e dell’Ue, per massimizzare la produzione, aumentare l’interoperabilità e sfruttare appieno le economie di scala. A tal fine, definiremo orientamenti strategici sulle risorse necessarie per soddisfare le nostre esigenze di sicurezza e il pieno utilizzo degli strumenti Ue per incentivare gli investimenti collaborativi nel settore della difesa”.

continua – in abbonamento

NAF