Gli obiettivi del regolamento Net-Zero Industry Act

0

BRUXELLES (Public Policy / Policy Europe) – Facilitare le condizioni per gli investimenti nelle tecnologie verdi, semplificando le procedure di rilascio dei permessi e sostenendo i progetti strategici. Accesso al mercato più facile per i prodotti tecnologici strategici, migliorare le competenze della forza lavoro europea in questi settori (in particolare attraverso il lancio di accademie dell’industria net-zero) e creazione di una piattaforma per coordinare l’azione dell’Ue in questo settore. Questi gli obiettivi del regolamento Net-Zero Industry Act, proposto dalla Commissione europea circa un anno fa e concordato il 6 febbraio dai colegislatori Ue.

Per promuovere l’innovazione, il regolamento propone anche la creazione di quadri normativi favorevoli per lo sviluppo, la sperimentazione e la convalida di tecnologie innovative (noti come sandbox normativi). I progressi verso gli obiettivi della legge saranno misurati in base a due parametri indicativi: il raggiungimento del 40% della produzione necessaria a coprire il fabbisogno dell’Ue in prodotti tecnologici strategici e la loro evoluzione rispetto alla produzione mondiale per prodotti quali pannelli solari fotovoltaici, turbine eoliche, batterie e pompe di calore. La proposta fissa anche un obiettivo specifico per la cattura e lo stoccaggio di CO2, con una capacità di iniezione annuale di almeno 50 milioni di tonnellate da raggiungere entro il 2030.

continua – in abbonamento

NAF