Legge Ue 2019-2020, primo via libera dalla Camera: cosa prevede

0

ROMA (Public Policy) – Chiudere 12 procedure d’infrazione aperte dall’Europa contro l’Italia – su 82 in corso (63 per violazione del diritto dell’Unione e 19 per mancato recepimento di direttive) – e un caso Ares avviato per mancata attuazione della direttiva relativa alle misure per agevolare l’esercizio dei diritti conferiti ai lavoratori nel quadro della libera circolazione. Sono i principali obiettivi della Legge europea 2019-2020 approvata giovedì alla Camera e ora attesa all’esame del Senato.

Il provvedimento, inoltre, attua 11 regolamenti europei, su: norme tecniche di regolamentazione relative alla specificazione del formato elettronico unico di comunicazione; cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell’esecuzione della normativa che tutela i consumatori; modello uniforme per i permessi di soggiorno rilasciati a cittadini di Paesi terzi; portabilità transfrontaliera di servizi di contenuti online nel mercato interno; istituzione di un documento di viaggio europeo per il rimpatrio dei cittadini di Paesi terzi il cui soggiorno è irregolare.

E ancora: tutela dei diritti di proprietà intellettuale da patie delle autorità doganali; messa a disposizione sul mercato e all’uso dei biocidi; prodotti cosmetici; codice comunitario dei visti; regime comunitario di controllo delle esportazioni, del trasferimento, dell’intermediazione e del transito di prodotti a duplice uso; protezione dagli effetti extraterritoriali derivanti dall’applicazione di una normativa adottata da un paese terzo, e dalle azioni su di essa basate o da essa derivanti.

La legge ha come obiettivo garantire la corretta attuazione di direttive già recepite nell’ordinamento nazionale. Nello specifico, su: riconoscimento delle qualifiche professionali; lo status dei cittadini di Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo; in merito ai contratti di credito ai consumatori relativi a beni immobili e sui bilanci d’esercizio, bilanci consolidati e relative relazioni di talune tipologie di imprese; codice comunitario relativo ai medicinali veterinari.

continua – in abbonamento

FRA