La proposta Meloni per togliere dalla Costituzione i ‘vincoli’ Ue

0
meloni

(foto DANIELA SALA/Public Policy)

ROMA (Public Policy) – Modificare i rapporti tra ordinamento italiano e ordinamento europeo, sopprimendo il riferimento all’Ue dagli articoli 97, 117 e 119 della Costituzione. Compresa, dunque, l’osservanza ai vincoli economici e finanziari derivanti dall’ordinamento unionale.

È quanto prevede, in sintesi, una proposta di legge costituzionale depositata alla Camera dal gruppo di Fratelli d’Italia, a prima firma di Giorgia Meloni, che ha iniziato la scorsa settimana il proprio iter parlamentare in commissione Affari costituzionali a Montecitorio. Acceso il dibattito in commissione, con il Pd che si è schierato apertamente contro la proposta. Il relatore è Emanuele Prisco (FdI).

Obiettivo della riforma è quello di rimuovere dalla Carta i riferimenti all’ordinamento internazionale e dell’Unione europea. Per Prisco, con la proposta, si punta a “tutelare l’interesse nazionale laddove esso venga messo in discussione da una norma europea” e a “far recuperare allo Stato la sua sovranità in talune circostanze, evitando che le decisioni siano poi assunte da altri soggetti, magari nemmeno non eletti dal popolo”.

continua –in abbonamento

IAC