Sul tavolo del Cdm c’è un decreto sulle materie prime

0

ROMA (Public Policy) – Come anticipato nelle scorse settimane dal ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso (nella foto), tra i provvedimenti in arrivo sul tavolo del Consiglio dei ministri ci sarà un decreto sulle materie prime critiche definito dal titolare del Mimit come “un regolamento molto ambizioso e significativo che consentirà alle imprese italiane di avviarsi con più velocità verso il raggiungimento degli obiettivi comuni europei”.

A tornare sul punto la scorsa settimana è stato il sottosegretario alle Imprese e al Made in Italy Massimo Bitonci. “Stiamo predisponendo insieme al Mase un decreto legge sulle concessioni minerarie per assicurare una catena di approvvigionamento delle materie prime critiche sicure e di rapida attuazione, nonché per promuovere il riciclo”, ha spiegato Bitonci in commissione Attività produttive alla Camera.

“Il decreto, di prossima emanazione, è stato condiviso con le Regioni interessate ed è volto a rispondere in modo uniforme alle richieste che provengono dall’Unione europea al fine di raggiungere gli obiettivi del regolamento”, ha aggiunto il sottosegretario evidenziando che “tra le misure in via di elaborazione ci sono disposizioni volte a favore della presentazione di progetti strategici di riciclo, raffinazione, estrazione di materie prime critiche prevedendo iter autorizzativi semplificati nel pieno rispetto degli standard sociali e ambientali Esg e che tengano in considerazione le esigenze della popolazione locale prevedendo, ove necessario, le dovute misure di coinvolgimento e compensative”. (Public Policy) GPA

(foto cc Palazzo Chigi)