Orbán ha chiesto le dimissioni della vicepresidente della Commissione Ue

0

BRUXELLES (Policy Europe / Public Policy) – “Sono costretto a scriverle in seguito alle ultime dichiarazioni offensive della vicepresidente Vera Jourova. Secondo la vicepresidente, in Ungheria è stata costruita una ‘democrazia malata’. Inoltre Jourova ha insultato i cittadini europei ungheresi dicendo che essi non sono nella posizione di elaborare un proprio pensiero indipendente. Le dichiarazioni della vicepresidente sono incompatibili col suo mandato attuale, di conseguenza le sue dimissioni sono necessarie. Nel frattempo il Governo ungherese sospende qualsiasi tipo di contatto politico bilaterale con la vicepresidente”.

È una parte del contenuto della lettera inviata dal primo ministro ungherese Viktor Orban alla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, per chiedere le dimissioni della vicepresidente per i Valori e la trasparenza, Vera Jourova, dopo un’intervista rilasciata da Jourova nei giorni scorsi a un quotidiano tedesco. La vicenda si inserisce però in un quadro più ampio, visto che Jourova è la responsabile della relazione sullo stato di diritto che verrà presentata oggi e che è al centro di un braccio di ferro tra l’Ungheria (e la Polonia) in merito al via libera – o meno – al Recovery Plan.

“I membri della Commissione sono membri di una squadra che si suppone sia guardiana dei trattati, non sono partigiani politici in un’Europa sempre più indebolita dalla divisione partigiana. Se Vera Jourova non riesce ad essere al di sopra di queste divisioni, allora deve dimettersi”, ha aggiunto il portavoce del primo ministro, Zoltan Kovacs, pubblicando la lettera sul suo account Twitter. (Policy Europe / Public Policy) ECH-RED