Dma-Dsa, la Slovenia punta a una posizione comune entro il 2021

0

BRUXELLES (Public Policy / Policy Europe) – La presidenza slovena del Consiglio Ue punta a raggiungere una posizione comune sul Digital markets act (Dma) e sul Digital services act (Dsa) entro la fine dell’anno. Lo riferisce a Policy Europe una fonte diplomatica.

Le due proposte, per regolare i settori dei mercati e dei servizi digitali, sono state approvate dalla Commissione europea a metà dicembre. Al momento nessuno dei due colegislatori – Parlamento e Consiglio Ue – ha ancora adottato una posizione, per dare avvio ai negoziati interistituzionali.

Per quanto riguarda il Consiglio Ue, l’ultimo atto della presidenza portoghese – a fine giugno – è stato quello di proporre una bozza di posizione comuneanticipata da Policy Europe – che provasse a fare la sintesi tra le posizioni dei 27 Stati membri, sia sul Dma che sul Dsa. A quanto si apprende, i gruppi di lavoro del Consiglio, in queste settimane, hanno continuato a lavorare e a settembre proveranno a entrare nel merito delle proposte lasciate in eredità dalla presidenza portoghese, per provare ad approvare una posizione comune entro la fine dell’anno. (Public Policy / Policy Europe) NAF