Etiopia, per l’Ue “ci sono prove di crimini di guerra”. Ad agosto rapporto

0

ROMA (Public Policy / Policy Europe) – In Etiopia “ci sono prove di crimini di guerra e di crimini contro l’umanità. Speriamo che ad agosto esca un primo rapporto preliminare”. Dovremo basare su “questo rapporto il nostro futuro coinvolgimento”.

Lo ha detto Annette Weber, rappresentante speciale dell’Ue per il Corno d’Africa, audita martedì dalla commissione Esteri alla Camera.

“Il diritto internazionale sui diritti umani – ha aggiunto Weber – rende questa questione un obbligo. Sono le parti belligeranti che devono aprire agli aiuti umanitari per la popolazione, altrimenti anche la fame viene utilizzata come arma da guerra e si permette un altro crimine di guerra”.

“Non esiste un’azione politica prima che sia garantito l’accesso umanitario”. Si tratta della “possibilità di concedere anche la condizione di una valutazione indipendente e l’accesso ai servizi essenziali”, ha poi aggiunto la rappresentante speciale dell’Ue per il Corno d’Africa.

continua – in abbonamento

RIC