Governo al lavoro sui ruoli nei ministeri: scelti alcuni ‘comunicatori’

0

di Sonia Ricci

ROMA (Public Policy) – Nel Governo posegue il lavoro per mettere a punto la squadre che affiancheranno i vari ministeri. In particolare, per quanto riguarda uffici stampa e portavoce, nelle ultime ore sono circolati diversi nomi.

Paola Ansuini, innanzitutto, dovrebbe continuare ad affiancare Mario Draghi a Palazzo Chigi. Renato Brunetta, ministro della Pubblica amminisrazione, ha scelto invece la giornalista de Il Sole 24 ore Manuela Perrone. Mentre dovrebbe affiancare Enrico Giovannini, ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Claudia Caputi, già sua portavoce durante l’incarico al ministero del Lavoro, tra il 2013 e il 2014.

Per il ministero del Lavoro, guidato da Andrea Orlando, circola il nome di Daniela Gentile, che è stata sua portavoce in precedenza, durante l’incarico dell’esponente Pd al ministero della Giustizia. Chiara Muzzi, invece, è stata scelta come portavoce del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi: in passato si è occupata dell’ex sottosegretaria al Mef Maria Cecilia Guerra e dello stesso ministero. Alessandra Migliozzi rimarrà capo ufficio stampa.

Circola il nome di Carlotta Sabatino per il ministero per il Sud guidato da Mara Carfagna. Sabatino era già sua portavoce a Montecitorio. Roberta Leone, invece, dovrebbe seguire la ministra per le Pari opportunità, Elena Bonetti. Al ministero della Transizione ecologica, alias Ambiente, potrebbe essere rimanere Stefania Divertito, già portavoce del ministro Sergio Costa, come capo ufficio stampa.

Ufficiale, invece, il nome della responsabile della comunicazione della ministra della Giustizia, Marta Cartabia. Si tratta di Raffaella Calandra, inviata di Radio24-Il Sole 24 ore(Public Policy)

@ricci_sonia