È iniziato l’esame della proposta M5s per un Foia ‘sanitario’

0
foia

ROMA (Public Policy) – Realizzare la trasparenza dei dati di interesse collettivo nei rapporti tra le imprese produttrici, i soggetti che operano nel settore della salute e le organizzazioni sanitarie. Introducendo obblighi di comunicazione, in un pubblico registro telematico, di transazioni finanziarie e relazioni di interesse.

È questo, in sintesi, l’obiettivo di una proposta di legge alla Camera presentata dal M5s, primo firmatario è Massimo Enrico Baroni, che intende introdurre nell’ordinamento giuridico italiano, sull’esempio francese o statunitense, il Foia nel settore sanitario. Nella commissione, in con molti esponenti delle opposizioni che hanno dichiarato di condividere l’impianto e la finalità della proposta, è stato deciso di svolgere un ampio ciclo di audizioni.

Si tratta, dunque, come ha ricordato durante l’incardinamento della proposta il relatore Nicola Provenza (M5s), del “diritto alla conoscenza dei rapporti con rilevanza economica tra le imprese produttrici di farmaci, strumenti, apparecchiature, beni e servizi, anche non sanitari, e i soggetti che operano nel settore della salute o le organizzazioni sanitarie”.

continua – in abbonamento

IAC