Legge Ue e rifiuti nucleari: la proposta del Movimento 5 stelle

0
nucleare

ROMA (Public Policy) – Devono essere i soggetti produttori di combustibile esaurito o di rifiuti radioattivi e i titolari di autorizzazioni per attività o impianti connessi alla gestione di combustibile esaurito o di rifiuti radioattivi ad avere la responsabilità primaria della sicurezza della gestione delle materie radioattive. Lo prevede un emendamento del relatore, Ettore Antonio Licheri (M5s) presentato in commissione al Senato alla Legge Ue. L’emendamento punta a rispondere alla procedura d’infrazione sulla non corretta trasposizione della direttiva Euratom 70 del 2011 sulla gestione del combustile nucleare esaurito.

La stessa proposta di modifica stabilisce che in caso di mancanza dei produttori o dei titolari di autorizzazione, “lo Stato ha la responsabilità ultima riguardo alla gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi prodotti nel territorio nazionale, con esclusione dei casi riguardanti il rimpatrio di sorgenti sigillate dismesse al fornitore o fabbricante e la spedizione del combustibile esaurito di reattori di ricerca ad un Paese in cui i combustibili di reattori di ricerca sono forniti o fabbricati, tenendo conto degli accordi internazionali applicabili”.

E ancora: “qualora rifiuti radioattivi o combustibile esaurito siano spediti in uno Stato membro o un Paese terzo per il trattamento o il ritrattamento, lo Stato ha la responsabilità ultima dello smaltimento sicuro e responsabile di tali materie radioattive prodotte nel territorio nazionale, inclusi eventuali rifiuti come sottoprodotti, intesi come rifiuti radioattivi derivanti dalle attività di trattamento e ritrattamento. Qualora rifiuti radioattivi o combustibile esaurito siano spediti in Italia, per il trattamento o il ritrattamento, la responsabilità ultima dello smaltimento sicuro e responsabile di tali materie radioattive, inclusi eventuali rifiuti come sottoprodotti, intesi come rifiuti radioattivi derivanti dalle attività di trattamento e ritrattamento, è dello Stato membro o del Paese terzo a partire dal quale tali materie radioattive sono state spedite”. (Public Policy) FRA