Dissesto, il ministero ribadisce: il mutuo Bei non ci serve

0
dissesto

ROMA (Public Policy) – Per il contrasto al dissesto idrogeologico il ministero dell’Ambiente segnala che le pratiche di finanziamento avviate con la Bei dalla ex Struttura di missione per il contrasto al dissesto idrogeologico, le cui funzioni sono state riassorbite dal ministero, “non hanno dato luogo ad alcuna formalizzazione, essendo emerse alcune problematiche attuative e nodi ostativi. Sulla base delle considerazioni esposte e tenuto conto che le risorse assegnate in bilancio sono sufficienti a soddisfare il fabbisogno individuato, non si è ritenuto necessario ricorrere, in questa fase, al mutuo Bei. Sarà comunque possibile valutare il ricorso al mutuo Bei qualora perverranno nuovi progetti cantierabili non finanziabili sulla base delle risorse disponibili”.

A dirlo è stato il sottosegretario all’Ambiente Salvatore Micillo rispondendo, in VIII commissione alla Camera, ad una interrogazione Pd, a prima firma Chiara Braga.

Micillo ha infatti ricordato come la legge di Bilancio 2017 abbia previsto un Fondo per gli investimenti infrastrutturali, anche nei settori della difesa del suolo e del contrasto al dissesto idrogeologico. Con queste risorse – ha quindi evidenziato il sottosegretario – il dpcm di riparto andrà a finanziare 28 progetti per un importo di 224 milioni.

continua – in abbonamento

NAF