Non solo Niger: le operazioni pronte a partire nel 2018

0
50
difesa

ROMA (Public Policy) – Non solo Niger. La deliberazione del Governo sulle missioni internazionali che il Parlamento si appresta ad esaminare non contiene solamente la richiesta di autorizzazione ad avviare una missione italiana nel Paese centrafricano. Pronte a partire ci sono altre cinque missioni, tutte in programma – per il momento – dal 1° gennaio 2018 al 30 settembre 2018.

Si tratta in particolare, oltre alla missione in Niger, della missione bilaterale di assistenza e supporto in Libia, della missione Nato di supporto in Tunisia, della United nations mission for the referendum in Western Sahara, dell’European union training mission nella Repubblica Centrafricana, del potenziamento del dispositivo Nato per la sorveglianza dello spazio aereo europeo.

La deliberazione chiede la proroga anche di altre 44 missioni, in cui l’Italia già è impegnata, per una spesa totale di circa 684 milioni. Tra queste la missione Nato Joint enterprise nei Balcani (45,5 milioni), la EunavForMed (30,7 milioni), la missione Nato nel Mediterraneo Sea Guardian (12,5 milioni), la Resolute support in Afghanistan (101 milioni), la missione Unifil in Libano (102 milioni), la missione Ue antipirateria Atalanta (23 milioni), l’operazione Mare Sicuro (63 milioni).

continua  in abbonamento

NAF