Red III, l’ultima bozza salva i sostegni all’energia da biomasse

0

BRUXELLES (Public Policy / Policy Europe) – Salvaguardare i sostegni già esistenti all’energia da biomasse vietando dal 2026 solo l’approvazione di nuovi sostegni o il rinnovo degli esistenti, invece di eliminarli tutti come prevede la proposta della Commissione europea. Lo prevede la proposta di compromesso sulla riforma della direttiva sulle energie rinnovabili (la cosiddetta Red III), messa a punto dalla presidenza francese del Consiglio Ue e di cui Policy Europe ha preso visione. La proposta legislativa fa parte del pacchetto clima, il cosiddetto Fit for 55.

Restano inalterate le due eccezioni già previste per l’energia prodotta in una regione identificata in un piano territoriale per una transizione giusta o prodotta applicando la cattura e lo stoccaggio della CO2 da biomassa.

Ancora con riferimenti alle biomasse, un’altra modifica prevede che i combustibili da biomassa soddisferanno i criteri di sostenibilità e di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra se utilizzati, nel caso di combustibili solidi da biomassa, in impianti che producono energia elettrica, riscaldamento e raffrescamento con una potenza termica nominale totale pari o superiore a 10 MW, anziché 5 MW. (Public Policy / Policy Europe) NAF