Banche e Milleproroghe, ok all’emendamento sui rimborsi

0
banche

ROMA (Public Policy) – Potranno accedere alla procedura accelerata per ottenere il rimborso anche i truffati delle banche fallite negli scorsi anni i cui ricorsi “saranno decisi con pronuncia favorevole entro il 30 novembre 2018 dall’Arbitro per le controversie finanziarie”. È la novità contenuta in una nuova formulazione dell’emendamento dei relatori al dl Milleproroghe, sui rimborsi ai risparmiatori truffati, approvato nelle commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera.

Confermato quanto già previsto dalla precedente formulazione dell’emendamento. Dunque ok alla procedura accelerata per ottenere i rimborsi anche per i truffati che hanno già ottenuto pronuncia favorevole adottata dall’Arbitro per le controversie finanziarie. Tutti dovranno presentare istanza alla Consob per ottenere “tempestivamente” l’erogazione, pari al 30% o nel limite massimo di 100mila euro, dell’importo liquidato.

Con la stessa proposta di modifica si prorogano i termine per l’adozione del dpcm per stabilire requisiti, modalità e condizioni necessarie all’attuazione del rimborso. Per il decreto, in base all’emendamento, ci sarà tempo fino al 31 gennaio 2019.

continua – in abbonamento

NAF