Consiglio europeo formato Coronavirus: mascherine e delegazioni ridotte

0

BRUXELLES (Policy Europe / Public Policy) – Non sarà la solita stanza ad accogliere i leader europei durante il vertice in programma venerdì e sabato, ma una stanza più grande, con una capacità di oltre trecento posti, stando a quanto si apprende da fonti Ue. Il tutto naturalmente per preparare in sicurezza il primo incontro fisico tra i ministri dopo mesi di videoconferenze.

Nella stanza in cui si discuterà di Recovery Fund, Qfp (e Mes) non sarà consentita nessuna stretta di mano, la distanza tra i partecipanti sarà di almeno 1,5 metri e nessun sistema di ricambio aria, solo aria naturale.

Anche le delegazioni saranno in formato ridotto con 6 membri ciascuna. Al tavolo principale dovrebbero sedere una trentina di partecipanti e alle spalle ci saranno 3 o 4 advisors per ciascun Paese.

Dal momento inoltre che tutto il palazzo Europa sarà chiuso, i leader potranno scegliere tra varie stanze per gli incontri bilaterali o trilaterali, sempre tenendo presente l’indicazione del presidente Charles Michel di indossare le mascherine prima dell’inizio di ogni meeting e in ogni caso in cui non si riesca  a mantenere la distanza di sicurezza.

Per il resto, il vertice seguirà il normale corso, con il presidente del Parlamento europeo David Sassoli invitato ad aprire l’incontro e a portare il punto di vista della sua istituzione ai leader europei. Quindi saranno i capi di Stato a proseguire con i loro interventi. (Policy Europe / Public Policy) ECH