Dma, spunta l’obbligo di modifica delle impostazioni predefinite

0

BRUXELLES (Public Policy / Policy Europe) – I gatekeeper devono anche consentire di modificare l’impostazione predefinita dei loro sistemi operativi che indirizzano gli utenti finali a prodotti o servizi offerti dai gatekeeper stessi. Lo prevede l’ultima bozza di compromesso tra Stati membri sul Dma, preparata dalla presidenza slovena del Consiglio Ue, di cui Policy Europe ha preso visione.

La modifica agisce sull’articolo 6 del regolamento, sugli obblighi dei gatekeeper. Negli obblighi riguardanti i servizi ancillari, un’altra modifica – rispetto alla bozza di compromesso di giugno -, stabilisce che i gatekeeper non debbano peggiorare le condizioni o la qualità dell’accesso e dell’interoperabilità forniti agli utenti commerciali o alle imprese fornendo loro servizi accessori.

Altra novità: la Commissione potrà adottare un atto delegato per estendere uno o più obblighi dei gatekeeper. (Public Policy / Policy Europe) NAF