Maggioranza divisa sulla presunzione di innocenza

0

ROMA (Public Policy) – La maggioranza parlamentare rimane divisa sul dlgs sulla presunzione di innocenza. E, dopo un lungo dibattito in commissione Giustizia alla Camera, il voto sul parere parlamentare, che doveva tenersi mercoledì pomeriggio, viene rinviato alla prossima settimana, soprattutto per evitare divisioni tra i gruppi che appoggiano il Governo.

Il parere, presentato dal relatore Enrico Costa (Azione), che contiene richieste di modifica restrittive rispetto all’attuale testo del Governo (in particolare sulla parte che riguarda la comunicazione tra giornalisti e pubblico ministero) non è visto infatti favorevolmente da Pd, M5s e Leu. Mentre lo appoggiano Lega, FdI, Forza Italia, Iv, Coraggio Italia e la deputata Giusy Bartolozzi (Misto). Se si fosse arrivati al voto, ha spiegato il relatore Costa, probabilmente sarebbe stato approvato con l’appoggio del centrodestra e di Italia viva. Confermando la divisione interna alla maggioranza.

Il Governo ha tempo fino all’8 novembre per esercitare la delega.

Ma vediamo cosa contiene nel dettaglio lo schema di provvedimento che, tra le novità più rilevanti, prevede che le informazioni sui procedimenti penali fornite alla stampa nel corso di un procedimento penale debbano sempre chiarire la fase del procedimento stesso e assicurare, in ogni caso, il diritto della persona sottoposta a indagini e dell’imputato a non essere indicati come colpevoli fino alla condanna definitiva.

continua – in abbonamento

SOR-IAC