Efficienza energetica, bozza dlgs: più risorse per gli immobili della Pa

0

ROMA (Public Policy) – Estendere l’obbligo di risparmio energetico dal 2021 al 31 dicembre 2030, più risorse per l’efficientamento degli immobili della Pa, realizzazione di un sistema informatico per la gestione dei progetti e ridefinizione dell’attività di monitoraggio dei consumi annui delle Pubblica amministrazione, sfruttando il Sistema informativo integrato-Sii. Lo prevede il dlgs sull’efficienza energetica in attuazione della direttiva 2018/2002 che modifica la direttiva 2012/27/Ue, approvato in via preliminare dal Cdm di martedì sera e la cui bozza è stata visionata da Public Policy.

Nello specifico, il dlgs estende l’obbligo di risparmio energetico al periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2030 e oltre (fatto salvo il riesame della Commissione), prevedendo che vengano realizzati nuovi risparmi annui di energia finale già fissati nel Pniec e pari ad almeno lo 0,8% dei consumi medi di energia finale nel periodo 2016-2018. Inoltre, interviene sulle modalità di calcolo del volume dei risparmi energetici. Su questo punto, il provvedimento rimanda alla relazione elaborata dal ministero dello Sviluppo economico allegata al Pniec.

tutti i contenuti della bozza – in abbonamento

FRA