Elezioni, i partiti potranno depositare i simboli in formato digitale

0

ROMA (Public Policy) – I partiti potranno depositare i simboli in vista delle elezioni politiche e comunali anche in formato elettronico, ovvero a mano su supporto digitale; le firme potranno essere autenticate anche da funzionari incaricati dai sindaci e dal presidente della Provincia; e la designazione dei rappresentanti di lista potrà avvenire mediante posta elettronica certificata, entro il giovedì precedente alla votazione (e non più entro il venerdì). Queste alcune novità contenute in un emendamento del Movimento 5 stelle, a prima firma Vittoria Baldino, al dl Semplificazioni-governance, approvato mercoledì nelle commissioni Affari costituzionali e Ambiente alla Camera.

La modifica ricalca un disegno di legge, approvato recentemente in aula al Senato, che introduce semplificazioni per i procedimenti elettorali. Si prevedere, tra le altre cose, che i rappresentanti legali dei partiti e dei movimenti politici – e delle liste – possano fare richiesta anche tramite Pec dei certificati penali rilasciati dai casellari giudiziali per i propri candidati (candidato sindaco compreso). Questo, previo consenso dell’interessato e su sua delega (da sottoscrivere all’atto di accettazione della candidatura). Sempre sul tema dell’autenticazione delle firme, viene disposto che i nominativi degli avvocati iscritti all’albo che abbiano comunicato la loro disponibilità all’ordine di appartenenza siano pubblicati tempestivamente sul sito internet istituzionale dell’ordine. In modo tale da darne pubblicità.

Per quanto riguarda il deposito dei contrassegni, la consegna dovrà avvenire comunque di persona al Viminale utilizzando però anche supporti digitali, come chiavette usb e cd. (Public Policy) SOR