Resocónto – I moderati

0

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) – Simone Pillon (Lega): Tutti noi abbiamo esultato per l’Italia che ha vinto la finale degli Europei. È stato interessante vedere qual è stata la prima reazione dei nostri beniamini, dei giocatori. Non hanno telefonato al genitore 1 o al genitore 2. Hanno chiamato la mamma! Hanno chiamato la mamma e le hanno detto: ciao mamma, guarda quanto sono stato bravo. Ho vinto.

Ignazio La Russa (Fratelli d’Italia): Voi state discriminando chi non la pensa come voi. Vedete: chi parla di discriminazione se ne intende, perché io ricordo – voi siete più giovani di me e, quindi, non eravate presenti – la difficoltà di andare a scuola, all’università per chi era di destra e con la stessa logica veniva discriminato dai Cirinnà dell’epoca.

Marco Perosino (Forza Italia): Pensare che lo Stato debba educare su tutto è un concetto comunista, che vige in Corea del Nord e forse in pochi altri Stati. […] Per mio conto, la legge Zan è la prosecuzione di un concetto e di un disegno nichilista della società; poi ci sarà l’eutanasia (c’è già un disegno di legge che circola). Ci sono gli stessi sintomi, a mio avviso, della caduta dell’Impero romano.

Andrea de Bertoldi (Fratelli d’Italia): Voi volete imporre la comunità LGBT, ignorando i diritti degli altri cittadini, dei cattolici, dei religiosi, dei liberali, di coloro che credono e che non credono, ma che vogliono continuare a poter esprimere liberamente il proprio pensiero […] Cari colleghi, zittire gli avversari con la galera è proprio dei regimi autoritari; è in Cina ed era a Cuba che si operava così e certamente anche nei regimi nazisti.

Lucio Malan (Forza Italia): La presenza delle associazioni LGBT nelle scuole serve per andare dai bambini e dire loro: tu credevi di essere maschio, ma non è mica detto […] Ma cosa gli si va a dire? Tu sei un bambino, ma forse sei una bambina? L’età dello sviluppo, l’età evolutiva, è già abbastanza complicata di per sé. Se si mettono idee malsane nella testa dei bambini perché vi sono dei casi di disforia – peraltro, ciò è ancora assai discutibile, perché i casi di disforia veri e propri sono assai minori di tutti i trattamenti effettuati – si creano dei danni molto gravi e pericolosi.

Sonia Fregolent (Lega): Voglio ricordare che l’onorevole Zan qualche giorno fa ha dichiarato che ci sono bambini e bambine che percepiscono un sesso diverso dal loro sesso biologico e che dobbiamo aiutare questi bambini in un percorso di transizione. Ecco la vera intenzione. Io aiuterei proprio lui a risolvere tali conflitti dentro di sé, visto che è già da tempo in età adulta. (Public Policy)

@VillaTelesio