Il vertice dell’Upb è scaduto da un anno e mezzo

0

ROMA (Public Policy) – Scaduto formalmente da un anno e mezzo e ora anche con un membro in meno: così si presenta, a poco più di un mese dalla sessione di bilancio, il vertice dell’Ufficio parlamentare di bilancio.

Martedì scorso infatti, a seguito del conferimento dell’incarico di coordinatrice della segreteria tecnica del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), Chiara Goretti ha rassegnato le dimissioni dalla carica di Consigliere dell’Upb. Rimangono dunque in carica il presidente Giuseppe Pisauro e il Consigliere Alberto Zanardi. Che, però, come anche la Goracci in precedenza, sono “scaduti” nel loro incarico a fine aprile 2020. Ma da allora il Parlamento non ha proceduto al loro rinnovo.

La prossima settimana, si apprende, il 9 settembre, le commissioni Bilancio di Camera e Senato torneranno ad occuparsi del dossier (devono scegliere una rosa di nomi tra chi si è proposto per il ruolo, da sottoporre poi ai presidenti dei due rami del Parlamento). Visto però che a stretto giro l’Upb dovrà validare prima la Nota di aggiornamento al Def e poi il quadro macroeconomico che fa da cornice alla legge di Bilancio, un possibile cambio del vertice, viene fatto notare da ambienti vicini al dossier, non arriverà prima di novembre inoltrato.  (Public Policy) VIC