Pesca, cosa prevede il nuovo testo base in commissione Agricoltura

0

ROMA (Public Policy) – Dall’istituzione di fondi ad hoc, per lo sviluppo della filiera ittica e per la cassa integrazione salariale, a forme di semplificazione sulle licenza di pesca. Passando, anche, per nuove norme in materia di vendita diretta e pesca del tonno rosso.

La scorsa settimana in commissione Agricoltura alla Camera è stato approvato il testo unificato per il settore ittico e la pesca professionale, partendo da tre pdl presentate da Giuseppe L’Abbate (M5s), ora sottosegretario al Mipaaf, Camillo D’Alessandro (Iv) e Lorenzo Viviani (Lega; è anche il relatore della proposta).

Il testo base, dunque, è stato predisposto dal comitato ristretto nominato lo scorso giugno, dopo sei riunioni che hanno visto i diversi partiti confrontarsi sul tema. Vediamo, dunque, cosa prevede il nuovo testo, su cui, come preannunciato dal presidente della commissione Filippo Gallinella (M5s) sarà organizzato un breve ciclo di audizioni, prima di fissare il termine per la presentazione degli emendamenti.

L’obiettivo del progetto legislativo è quello di “incentivare una gestione razionale e sostenibile e l’incremento delle risorse ittiche, sostenere le attività della pesca marittima professionale e dell’acquacoltura” e “assicurare un efficace sistema di relazioni tra lo Stato e le regioni”, per “garantire la piena coesione delle politiche in materia di pesca e di acquacoltura”.

continua – in abbonamento

IAC