Premi per i virtuosi e tutela del lavoro: gli emendamenti al ddl Spiagge

0

ROMA (Public Policy) – Le gare per l’affidamento delle concessioni demaniali marittime, quindi degli stabilimenti balneari, dovranno avvenire prevedendo la salvaguardia dei livelli occupazionali attuali, tenendo conto della professionalità acquisita sia in qualità di concessionario che di gestore e premiando gli stabilimenti a basso impatto ambientale e che prevedono più servizi per i disabili.

Questo quanto prevedono alcuni degli emendamenti al ddl Spiagge, riformulati dai relatori, che saranno votati, e presumibilmente approvati, giovedì dalle commissioni Finanze e Attività produttive alla Camera.

Un altro emendamento riformulato prevede che tutta la riforma del comparto dovrà tenere conto “delle forme di gestione integrata dei beni e delle attività aziendali”.

continua –in abbonamento

VIC