Resocónto – Elio e gli altr*

0

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) – Tra le cose invecchiate malissimo: la ‘battuta’ di Daniele Luttazzi su Elio Vito (“mi manca, dov’è Vito tutte le volte che hai bisogno di mandare a f****** qualcuno?”). Voi direte: Luttazzi chi?

Perché l’azzurro Elio è politicamente vivo e lotta insieme a noi. Ecco gli ultimi, combattivi, tweet dicembrini:

“Preoccupano le critiche a Cgil ed Uil per la decisione di indire uno sciopero generale. Come si permettono? Ora bloccheranno la ripresa! I sindacati ed il diritto di sciopero vanno sempre rispettati, non colpevolizzati. L’assenza di critica, confronto, lotta, genera l’assolutismo“.

“Meloni, Salvini, Gasparri e compagnia dichiarante stanno montando ad arte un’altra polemica antiLgbt, per una foto pubblicata una settimana fa su un magazine tedesco. Protestano contro l’Europa, il politicamente corretto, che non c’entrano nulla….Io invece la posto!

“‘Lasciando migranti in balia del mare si offende Dio’, dice il Papa, ma stavolta restano muti tutti i nostri bravi politici cristiani che esultano per difendere il ‘buon Natale’ ma sbraitano ad ogni sbarco di migranti! I nomi? Salvini, Meloni, Tajani, Gasparri e pure Renzi esultò!”

“Naturalmente non me ne andrò via” da Forza Italia, “credo siano altr* ad essere fuori luogo con i loro comportamenti!”

“Protestano per il caro-bollette, si vantano di avere voluto Draghi al governo, dicono che lo vorrebbero per sempre, farci un partito….e poi gli bocciano la proposta del contributo di solidarietà contro l’aumento delle bollette. Misteri del cdx+IV al governo!“. (Public Policy)

@VillaTelesio

(nella foto: Vito, sulla destra, con Marco Pannella. Anno 1989)