In attesa della Manovra: a che punto siamo con il dl Fisco

0

ROMA (Public Policy) – Nelle commissioni Finanze e Lavoro al Senato è stato fissato per giovedì alle 12 il termine per presentare gli emendamenti al decreto Fiscale. Oggi alle 15 invece terminerà la discussione generale sul provvedimento.

La 6a e la 11a commissione di Palazzo Madama avevano svolto martedì scorso un breve ciclo di audizioni sul dl. Dai soggetti sentiti sono arrivate diverse proposte. Per esempio Cna ha chiesto una specifica disciplina transitoria per il regime del patent box, alle luce delle ultime novità introdotte dal provvedimento. Mentre Confcommercio ha suggerito di portare “il saldo a stralcio almeno fino a fine anno” e le notifiche delle cartelle a 180 giorni (invece che a 150).

Dalla Cisl è arrivata la proposta di recuperare le settimane mancanti (sono 4) per il periodo cig Covid previsto in favore del settore tessile. L’Ugl invece ha auspicato un’estensione della tutela di integrazione salariale anche ai lavoratori di Air Italy. “Nell’Allegato 1 che indica specificatamente le cause di sospensione rispetto all’attività imprenditoriale è saltata, nella revisione del provvedimento, la questione della notifica sulle questioni delle lavorazioni in presenza di amianto. A nostro avviso questa dizione va assolutamente ripristinata perchè non è accettabile che si lavori in presenza di un materiale così pericoloso e non lo sappiamo ovviamente gli organismi preposti alla vigilanza”, ha invece sottolineato la Cgil. Mentre Ance ha rilevato criticità sulla nuova disciplina della sospensione dell’attività, in particolare sull’ampliamento degli illeciti presupposti.

Inoltre qualche giorno fa – attraverso un tweet – il leader della Lega Matteo Salvini ha annunciato l’intenzione di presentare un emendamento al dl per “garantire l’assegno ai genitori separati”.

continua – in abbonamento

RIC