Alla Camera si torna parlare di Fca. Il Pd: ascoltare i vertici

0
fca fiat

ROMA (Public Policy) – Avviato in commissione Lavoro alla Camera l’esame di due risoluzioni, una a firma M5s, l’altra Pd, su iniziative per la salvaguardia dell’occupazione nel settore della produzione dei mezzi di trasporto e dei loro componenti, con particolare riguardo alla situazione del gruppo Fca.

Proporio in merito alle risoluzioni, Chiara Gribaudo, vicecapogruppo Pd alla Camera, ha chiesto alla presidenza di audire i vertici Fca per riferire sulle prospettive occupazionali e di sviluppo del gruppo automobilistico.

La discussione sul rinnovo del contratto collettivo si apre in questi giorni, e non sotto i migliori auspici: è stato venduto da poco un gioiellino italiano come Magneti Marelli e si vocifera della possibile vendita anche della controllata Comau, all’avanguardia nei processi di automazione. Se il ministro Di Maio latita perché preso da poco edificanti faccende familiari – prosegue la deputata dem – il Parlamento non può esimersi dal chiamare in audizione il responsabile di Fca Emea, Pietro Gorlier, e se necessario lo stesso ad Manley. Spero che questa richiesta venga accolta in tempi rapidi, perché nel 2019 ci sono numerosi stabilimenti ex-Fiat con gli ammortizzatori sociali in scadenza e senza nuovi modelli da mettere in produzione. Questo governo sta lasciando totalmente al caso la politica industriale di un settore da 252.000 addetti diretti e indiretti, e l’Italia non può assolutamente permetterselo”, ha concluso Gribaudo. (Public Policy) FRA