La Camera non vuole il Fiscal compact nell’ordinamento Ue

0
banche ue

ROMA (Public Policy) – Le commissioni Bilancio e Politiche Ue della Camera si apprestano ad approvare, il 7 febbraio prossimo, un parere al pacchetto di proposte della Commissione europea di riforma dell’Unione economica e monetaria dell’Europa (Uem), in cui si ribadisce l’impegno per il Governo ad opporsi in sede europea all’incorporazione del fiscal compact nell’ordinamento giuridico dell’Ue.

Le due commissioni di Montecitorio, così come la commissione Bilancio del Senato, stanno esaminando in questi giorni il pacchetto di sei proposte della Commissione europea per la riforma dell’Uem presentato il 6 dicembre 2017.

Tra le proposte della Commissione Ue c’è appunto quella di incorporare nell’ordinamento giuridico europeo, entro il primo semestre del 2019, il Fiscal Compact, che ha il suo fulcro nella regola del pareggio di bilancio strutturale.

continua  in abbonamento

VIC