Con il dl Imprese arrivano sgravi anche per mascherine e guanti

0

ROMA (Public Policy) – Estensione delle tipologie di spese ammesse al credito d’imposta al 50% attribuito per le spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro, con l’inclusione di quelle relative all’acquisto di dispositivi di protezione individuale (come, ad esempio, mascherine chirurgiche, Ffp2 e Ffp3, guanti, visiere di protezione e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari). Lo prevede una bozza di dl Imprese, di cui Public Policy ha preso visione, sul tavolo del Cdm di oggi.

Il credito viene allargato anche all’acquisto e all’installazione di altri dispositivi di sicurezza volti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici o a garantire la distanza di sicurezza interpersonale (quali, ad esempio, barriere e pannelli protettivi). Sono, inoltre, compresi i detergenti mani e i disinfettanti.

Il credito d’imposta è attribuito a ciascun beneficiario, fino all’importo massimo di 20mila euro, nella misura del 50% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2020, e comunque nel limite di spesa fissato in 50 milioni di euro.

tutti i contenuti del decreto – in abbonamento

SOR