Coronavirus, le linee guida Ue su asilo, reinsediamento e rimpatrio

0
migranti

ROMA (Policy Europe / Public Policy) – La Commissione europea ha adottato venerdì le linee guida sull’attuazione delle disposizioni dell’Ue nel settore delle procedure di asilo, di rimpatrio e sul reinsediamento nel contesto della pandemia del coronavirus, che presenterà agli Stati membri.

“Il documento – si legge – risponde alla richiesta, da parte dei Paesi Ue, di indicazioni su come assicurare la continuità delle procedure e il rispetto, quanto meno, dei diritti fondamentali“. Le linee guida sono state redatte con il sostegno dell’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo (Easo) e dell’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex) e in cooperazione con le autorità nazionali.

PROCEDURE DI ASILO

“Le misure sanitarie prese per limitare l’interazione interpersonale tra gli operatori del settore e i richiedenti asilo hanno un impatto sulle procedure di asilo. Bisogna quindi sfruttare la flessibilità consentita dalle norme dell’Ue”. La registrazione e il trattamento delle domande dovrebbero proseguire. Dovrebbe essere accordata “la massima flessibilità riguardo ai termini e alla durata del trattamento e dell’esame delle domande”. Tuttavia, eventuali ritardi nella registrazione “non dovrebbero comportare una mancata applicazione delle condizioni di accoglienza nei confronti dei richiedenti”.

I colloqui personali possono essere svolti “con modalità specifiche, ad esempio a distanza in videoconferenza, o perfino omessi se necessario“.

continua – in abbonamento

PAM