Delega Ue, stop al super emendamento della Lega sui rifiuti

0

ROMA (Public Policy) – Stop dalla commissione Bilancio del Senato al super emendamento della Lega all’articolo 15 del ddl di delegazione europea in tema di rifiuti.

La 5a commissione ha infatti bocciato l’emendamento, a prima firma Marzia Casolati, che puntava – tra le altre cose – a “superare la distinzione tra le terre e rocce da scavo, le matrici ambientali da riporto e i materiali edili contenenti amianto legato in matrici cementizie o resinoidi creando le condizioni affinché anche i rifiuti, stabili e non reattivi costituiti da materiale da scavo e da matrici materiali da riporto con presenza di amianto legato in matrici cementizie o resinoidi, al pari dei materiali edili contenenti amianto legato in matrici cementizie o resinoidi, possano essere smaltiti in discariche per rifiuti non pericolosi, senza essere sottoposti a prove”.

Lo stesso emendamento introduceva una serie di nuovi criteri di delega con l’obiettivo di superare le incertezze relative ai seguenti articoli del Codice dell’Ambiente: 190; 188; 193; 266. Inoltre istituiva un “pubblico registro degli impianti autorizzati allo svolgimento delle operazioni di recupero in quanto strumento utile a individuare prontamente gli impianti cui conferire i rifiuti, nel rispetto delle quantità e dei codici Cer autorizzati”. Lo stesso emendamento cercava di disciplinare il tema dell’end of waste, tema nel frattempo affrontato con esito positivo dal decreto Sblocca cantieri-sisma. (Public Policy) NAF