Dlgs sulla sicurezza delle ferrovie, ecco i 4 decreti attuativi

0

ROMA (Public Policy) – In vigore da domenica 16 giugno, il dlgs 50/2019 sulla sicurezza delle ferrovie attua una direttiva comunitaria del 2016 e rappresenta il ventinovesimo decreto legislativo derivante dalla legge di delegazione europea 2016-2017. Sono quattro i decreti attuativi contenuti nel dlgs.

Ecco il dettaglio:

RETI FERROVIARIE ISOLATE

Con dm Mit, entro metà agosto, saranno individuate le reti ferroviarie isolate dal punto di vista funzionale dal resto del sistema ferroviario. Sul dm sarà sentita la Conferenza Stato-Regioni.

ISPEZIONI ANSFISA

Con proprio dm, il Mit disciplinerà le modalità di rilascio al personale dell’Ansfisa e del ministero di un documento che garantisce l’accesso incondizionato all’infrastruttura, agli impianti e ai veicoli nell’ambito della propria attività ispettiva.

ORGANISMO INVESTIGATIVO NAZIONALE

Il dlgs stabilisce che presso il Mit opera l’Organismo investigativo nazionale, costituito dalla Direzione generale per le investigazioni ferroviarie e marittime. Gli investigatori incaricati sono dipendenti del Mit ed esperti esterni designati dall’Organismo investigativo e godono delle garanzie di indipendenza necessarie, disciplinate con dm Mit, di concerto con il Mef.

Sono diversi gli atti attesi da tale organismo. Oltre alla relazione annuale entro il 30 settembre di ogni anno sulle indagini svolte, il dlgs prevede che con provvedimenti da emanare entro il 16 giugno 2020 l’Organismo investigativo disciplinerà le modalità di comunicazione delle segnalazioni volontarie, le procedure messe in atto per la protezione dei dati personali e per assicurare la tutela della fonte di informazione, le procedure per il trattamento e l’analisi delle segnalazioni volontarie e le modalità di inserimento nella banca dati.

MODIFICHE AD ALLEGATI TECNICI

Il dlgs prevede che con dm Mit, laddove necessario, si modifichino e si aggiornino gli allegati tecnici al dlgs. Questi riguardano gli indicatori comuni di sicurezza, la notifica delle norme nazionali di sicurezza e i requisiti e criteri di valutazione per le organizzazioni che chiedono un certificato Ecm o un certificato relativo a funzioni di manutenzione esternalizzate da un soggetto responsabile della manutenzione.

CONVENZIONI MIT

Oltre ai dm il testo rimanda a una o più convenzioni da sottoscrivere entro metà agosto tra Mit, Ansfisa ed Ente unico nazionale di accreditamento. Le convenzioni puntano a disciplinare i procedimenti amministrativi e le attività connesse con la valutazione del rischio, anche sulla manutenzione, garantendo competenza, imparzialità, uniformità ed indipendenza. (Public Policy) MDV