Ehi, nuovo Governo, “non toccate la riforma delle pensioni”

0
65
pensioni

ROMA (Public Policy) – “Su un orizzonte più lungo, la sostenibilità del debito pubblico italiano poggia in larga misura sulle riforme pensionistiche introdotte nell’arco degli ultimi decenni, che assicurano una dinamica degli esborsi in complesso gestibile nonostante l’invecchiamento della popolazione. È uno dei punti di forza della finanza pubblica italiana” ed “è opportuno non indebolirlo, anche alla luce del fatto che le proiezioni più aggiornate sono oggi meno favorevoli delle precedenti”.

Lo ha detto il vicedirettore generale di Bankitalia, Luigi Federico Signorini, in audizione sul Def nelle commissioni speciali di Camera e Senato.

“Il Def – ha aggiunto – presenta stime dell’evoluzione temporale del rapporto tra la spesa per pensioni e il Pil che incorporano il più recente scenario macroeconomico e demografico concordato in sede europea“.

tutte le audizioni sul Def – in abbonamento

VIC