Italia hub del gas? Ok, ma a pagare siano tutti i Paesi Ue

0

ROMA (Public Policy) – “È necessario che i costi legati allo sviluppo delle infrastrutture siano correttamente allocati tra i sistemi che ne beneficiano, indipendentemente da dove vengono realizzati, come per esempio lo sviluppo dell’hub italiano“. Lo hanno detti i rappresentanti di Eni durante un’audizione alle commissioni Industria e Ambiente al Senato in merito al Pacchetto Unione europea dell’energia parlando del mercato europeo del gas.

Parlando di scenario globale, i rappresentanti dell’azienda hanno spiegato che è “cruciale non perdere il grande potenziale del nord Africa” e che occorre un “maggior sfruttamento delle risorse interne”. Secondo il cane a sei zampe, inoltre, “l’Italia ha sviluppato un modello di allocazione delle capacità (di stoccaggio; Ndr) basato su regole di mercato che ha consentito il pieno riempimento dei siti nazionali”, per cui sarebbe “un’opportunità esportarlo anche in altri Paesi Ue“. (Public Policy) FRA