Giorni affollati al Viminale: per i simboli c’è tempo fino a domenica

0
legge elettorale

ROMA (Public Policy) – Venerdì e sabato, 19 e 20 gennaio, dalle 8 alle 20, e domenica 21 gennaio dalle 8 alle 16, i partiti e i gruppi politici organizzati che intendono partecipare alle prossime elezioni politiche, in programma domenica 4 marzo, devono depositare presso il ministero dell’Interno il contrassegno con il quale dichiarano di voler distinguere le liste dei candidati nei collegi plurinominali e i candidati nei collegi uninominali.

I contrassegni depositati saranno esposti in apposite bacheche collocate al piano terra del Viminale.

Tra i primi a farlo, venerdì mattina, il Movimento 5 stelle. “Consegna del simbolo del MoVimento 5 Stelle per le elezioni politiche del 4 marzo: FATTO ✔️ Un giorno storico! E ora siamo pronti per questo ultimo mese e mezzo di #Rally per l’Italia! Stateci vicino!”, scrive infatti su Facebook il candidato premier M5s, Luigi Di Maio, postando una foto con Beppe Grillo e Davide Casaleggio.

Rispetto al 2013, nel logo del Movimento compare la scritta www.ilblogdellestelle.it, al posto di www.movimento5stelle.it.

PROGRAMMI ONLINE

“Per la prima volta i programmi dei partiti saranno trasparenti, consultabili dai cittadini sul sito del ministero dell’Interno, nella sezione Elezioni trasparenti. Un positivo passo in avanti possibile grazie all’approvazione di un mio emendamento alla legge elettorale. Da venerdì ogni lista non depositerà solo i simboli, ma anche le proprie proposte e, stando alle prime settimane della campagna elettorale, ne vedremo di tutti i colori”.

Lo scrive sulla sua pagina Facebook Andrea Mazziotti, presidente della commissione Affari costituzionali di Montecitorio e tra i promotori della lista +Europa con Emma Bonino. “Adesso nessuno potrà più nascondersi e anche gli analisti potranno avere un riferimento preciso per fare il conto delle bufale“, conclude Mazziotti. (Public Policy) GAV