Il Parlamento prova a risolvere lo stallo end of waste

0
rifiuti

ROMA (Public Policy) – Via libera dalla commissione Politiche Ue all’emendamento della Lega al ddl di delegazione europea per salvaguardare le autorizzazioni end of waste già rilasciate e consentirne il rinnovo.

L’emendamento, in accordo con il relatore Simone Bossi (Lega), sostituisce la lettera “e” del primo comma dell’articolo 15 del ddl, che attua la direttiva su rifiuti e imballaggi. In primo luogo il nuovo principio di delega chiede al Governo di riformare la disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto. Inoltre chiede all’Esecutivo di “disporre che le autorizzazioni in essere”  alla data in vigore del dlgs che attuerà il principio di delega “siano fatte salve e possano essere rinnovate, eventualmente anche al fine dell’adeguamento alle migliori tecnologie disponibili (Bat), unitamente alle autorizzazioni per le quali sia stata presentata l’istanza di rinnovo alla stessa data”. Un’altro principio di delega prevede l’istituzione di un registro al ministero dell’Ambiente delle autorizzazioni già rilasciate e di quelle che verranno rilasciate.

L’emendamento è stato sottoscritto anche dai deputati di Fratelli d’Italia, del Movimento 5 stelle e di Forza Italia.

continua – in abbonamento

NAF