La Manovra, per ora, è questa: una bozza con 73 articoli

0
lista spesa conti legge di bilancio spesa

ROMA (Public Policy) – Sono oltre 70 gli articoli della manovra finanziaria (bocciata dalla Commissione Ue) che il Governo sta scrivendo. Secondo una bozza visionata da Public Policy, la legge di Bilancio contiene norme sulla tassazione dei giochi, il regime forfettario dei minimi, il super ammortamento, la cedolare secca per i negozi, la proroga dell’ecobonus, la proroga delle vecchie norme sul canone Rai, il Fondo investimenti per le P.a. Centrali e quello per gli enti locali. E ancora: la centrale operativa per le opere pubbliche, il fondo di sostegno per la nuova Sabatini, il made in Italy, la microelettrica, le aree di crisi, le venture capital.

Altre norme riguardano l’occupazione nel Mezzogiorno, le assunzioni nella P.a., i maguistrati onorari, le forze di Polizia, i ricercatori, il bonus sport, la compensazione dei crediti con i debiti, l’Imu per le zone sismiche, l’abrogazione dell’Iri e dell’Ace, le sigarette e il Fondo periferie.

I GIOCHI E LE SIGARETTE

“Le misure del Prelievo erariale unico” (Preu) “sugli apparecchi” per il gioco d’azzardo “sono incrementate dello 0,50 a decorrere dal 1° gennaio 2019”.

Nella bozza si prevede inoltre un aumento della tassazione sui tabacchi lavorati. L’aumento riguarda i sigari (con una tassazione al 23,5%); i sigaretti 23,5%; e le sigarette 59,5%.

IL MEZZOGIORNO

I Pon e i Por potranno prevedere “misure per favorire” l’assunzione con contratto a tempo indeterminato inAbruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna. Il limite di risorse da destinare alla misura ammonta a 500 milioni di euro sia per il 2019 che 2020. La misura può riguardare under 35 e over 35 senza un impiego retribuito da almeno sei mesi.

ASSICURAZIONI

Cresce la percentuale di acconto che le assicurazioni devono versare a come acconto delle imposte dell’anno precedente. Per il 2019 la percentuale è dell’85%, mentre per il 2020 al 90% e per gli anni successivi al 100%.

Al momento, le norme prevedono che entro il 16 novembre di ogni anno, gli assicuratori versano, a titolo di acconto una somma pari al 12,5% dell’imposta dovuta per l’anno precedente, al netto di quella relativa alle assicurazioni contro la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore.

INTROITI ASTA 5G

I maggiori introiti derivanti dall’asta per le frequenze 5g “concorrono al conseguimento degli obiettivi programmatici di finanza pubblica, in coerenza con i criteri di contabilizzazione previsti per i saldi di finanza pubblica”.

FONDO MEF INVESTIMENTI

“Nello stato di previsione del ministero dell’Economia e delle finanze è istituito un fondo da ripartire con una dotazione di 2.800 milioni di euro per l’anno 2019, di 3.000 milioni di euro per l’anno 2020 e di 3.500 milioni per ciascuno degli anni dal 2021 al 2033”.

In totale quindi, per il proprio piano investimenti, il Governo prevede una dotazione di 5,8 miliardi per il biennio 2019-20, e di 45,5 miliardi (3,5 miliardi per ciascun anno) per il periodo 2021-2033. Un ammontare totale, quindi, di 51,3 miliardi.

Il Fondo, si apprende, “è finalizzato al rilancio degli investimenti delle Amministrazioni centrali dello Stato e per lo sviluppo del Paese”.

‘REDDITO DI CITTADINANZA’ E PENSIONI

Nove miliardi di euro dal 2019 per il Fondo per il reddito di cittadinanza. L’attuazione della misura è demandata ad “appositi provvedimenti normativi”.

La norma specifica che fino all’entrata in vigore del reddito di cittadinaza rimane in vigore il Rei. Proprio le risorse destinate al Reddito di inclusione (2,2 milioni nel 2019, 2,15 nel 2020 e 2,13 dal 2021) confluiranno nel Fondo per il reddito di cittadinanza.

Sono 6,7 i miliardi per il 2019 e 7 l’anno dal 2020, invece, per “la revisione del sistema pensionistico attraverso l’introduzione di ulteriori forme di pensionamento anticipato e misure per incentivare l’assunzione di lavoratori giovani”.

L’attuazione di utilizzo del Fondo, anche in questo caso, è demandata ad “appositi provvedimenti normativi”.

ASSUNZIONI IN POLIZIA

Nella legge di Bilancio è prevista l’assunzione straordinaria “per un contingente massimo” di 6.150 unità delle Forze di polizia, “comprensivo di 362 unità della Polizia penitenziaria”.

Nel 2019 si parla di 1.043 unità, di cui 389 nella Polizia di Stato, 427 nell’Arma dei carabinieri e 227 nella Guardia di finanza; nel 2020 di 1.320 unità, di cui 389 nella Polizia, 427 nei Carabinieri, 227 nella Guardia di finanza e 277 nel Corpo di polizia penitenziaria; nel 2021 si parla di 1.143 unità, di cui 389 nella Polizia, 427 nell’Arma dei carabinieri, 227 nel Guardia di finanza e100 nel Corpo di polizia penitenziaria; nel 2022, 1.143 unità, di cui 389 nella Polizia, 427 nell’Arma dei carabinieri, 227 nella Guardia di finanza e 100 nel Corpo di polizia penitenziaria; nel 2023 1.139 unità, di cui 387 nella Polizia, 427 nell’Arma dei carabinieri, 225 nel Corpo della guardia di finanza e 100 nel Corpo di polizia penitenziaria.

ECOBONUS

Arriva la proroga di un anno dell’ecobonus. Al momento la norma non tocca la percentuale di detrazione, che rimane al 65%, con una riduzione del 50% per interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A.

Prorogate di un anno anche le detrazioni per l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti e per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

RINNOVO STATALI

L’atteso rinnovo del contratto e gli aumenti in busta paga per gli statali, per il triennio 2019-2021, entra in manovra.

Vengono così stanziati 3,2 miliardi di euro, così suddivisi: 1.050 milioni di euro per il 2019, 1.075 milioni di euro per il 2020 e 1.125 milioni di euro a decorrere dal 2021.

continua – in abbonamento

RED