L’Ue vuole dimezzare l’uso dei pesticidi da qui al 2030

0

BRUXELLES (Public Policy / Policy Europe) – Dimezzare l’uso dei pesticidi da qui al 2030. Questo l’obiettivo della proposta di regolamento sull’uso dei pesticidi approvata mercoledì dalla Commissione Ue.

La Commissione europea evidenzia in una nota come, a fronte dell’emergenza ambientale e dei rischi per la salute dei cittadini, “le attuali norme della direttiva sull’uso sostenibile dei pesticidi si sono rivelate troppo deboli e sono state attuate in modo non uniforme. Inoltre, sono stati compiuti progressi insufficienti nell’uso della gestione integrata dei parassiti e in altri approcci alternativi”.

La Commissione propone quindi regole chiare e vincolanti. Al primi posto obiettivi giuridicamente vincolanti a livello Ue e nazionale per ridurre del 50% l’uso dei pesticidi chimici e dei più pericolosi entro il 2030. Previste anche nuove regole sul controllo dei parassiti, per garantire che gli agricoltori e gli altri utilizzatori professionali di pesticidi pratichino la gestione integrata dei parassiti (Ipm), in cui vengono presi in considerazione metodi ambientali alternativi di prevenzione e controllo dei parassiti, prima che i pesticidi chimici possano essere utilizzati come una misura di ultima istanza. Le misure includono anche la tenuta dei registri obbligatoria per gli agricoltori e altri utenti professionali. Inoltre, gli Stati membri devono stabilire norme specifiche per le colture per individuare le alternative da utilizzare al posto dei pesticidi chimici.

Un pacchetto di politiche chiave sosterrà gli agricoltori e gli altri utenti, in questa transizione verso sistemi di produzione alimentare più sostenibili. Nel dettaglio vengono previste: nuove regole della Politica agricola comune (Pac) con compensazioni per eventuali costi relativi all’attuazione delle nuove regole per un periodo di transizione di 5 anni; azione più forte per aumentare la gamma di alternative biologiche e a basso rischio sul mercato; ricerca e sviluppo nell’ambito dei programmi Horizon dell’Ue a sostegno di nuove tecnologie e tecniche, compresa l’agricoltura di precisione; un piano d’azione biologico, per raggiungere gli obiettivi per i pesticidi della strategia Farm to Fork.

La transizione – evidenzia Bruxelles – sarà supportata anche dalla proposta sui dati sulla sostenibilità delle aziende agricole e dagli sviluppi del mercato in relazione all’agricoltura di precisione, come gli atomizzatori che utilizzano la localizzazione geospaziale e le tecniche di riconoscimento dei parassiti(Public Policy / Policy Europe) NAF