Manovra, gli attuativi previsti per Ambiente&Energia

0
ambiente

ROMA (Public Policy) – Sono una decina i decreti attuativi in materia di ambiente inseriti dalla legge di Bilancio 2019 (145/2018), in vigore dal 1° gennaio.

Ecco i provvedimenti attesi:

INVESTIMENTI CONTRO RISCHIO IDRAULICO E IDROGEOLOGICO

Autorizzata la spesa complessiva di 2,6 miliardi di euro fino al 2021 per investimenti finalizzati alla mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico. Con dpcm, su proposta del capo dipartimento della protezione civile, queste risorse sono assegnate ai commissari delegati.

CREDITO D’IMPOSTA IMBALLAGGI

La manovra riconosce un credito d’imposta del 36% per le spese sostenute dalle imprese per l’acquisto di prodotti realizzati con materiali provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica e di imballaggi biodegradabili e compostabili o derivati dalla raccolta differenziata della carta e dell’alluminio. Entro fine marzo un dm del ministro dell’Ambiente, di concerto con il Mise e Mef, definirà requisiti tecnici e certificazioni di prodotti e imballaggi oltre a fissare criteri e modalità di applicazione e fruizione del credito d’imposta.

TERRENI PER IL TERZO FIGLIO

Misura ambientale e sociale al tempo stesso, la concessione ventennale gratuita di terreni agricoli incolti a favore dei nuclei familiari con tre o più figli richiederà un dm attuativo senza scadenza. Criteri e modalità di attuazione saranno definiti con dm Mipaft, di concerto con Mef, ministro per la Famiglia e le disabilità e ministro per gli Affari regionali.

continua – in abbonamento

MDV