Tutte le micromisure della Manovra: dalle grotte al jazz

0

ROMA (Public Policy) – Uno stanziamento in favore delle Regioni per le grotte naturali turistiche e uno per l’Unione industriale biellese. Un intervento per la metropolitana di Brescia e uno sull’imposta locale sul consumo di Campione d’Italia. Sono alcune delle micromisure contenute nelle Manovra 2021.

Vediamo in dettaglio alcune novità settoriali della nuova legge di Bilancio:

FESTIVAL, CORI, BANDE E MUSICA JAZZ

Viene istituito nello stato di previsione del ministero per i Beni culturali il Fondo per il sostegno del settore dei festival, dei cori e bande musicali e della musica jazz, con una dotazione di 3 milioni di euro per il 2021.

INDUSTRIA TESSILE BIELLESE

Viene attribuito all’Unione industriale biellese un contributo di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023, con lo scopo di sostenere l’industria tessile danneggiata dall’emergenza epidemiologica, a tutela della filiera e per la programmazione di attività di progettazione, di sperimentazione, di ricerca e sviluppo nel settore tessile.

GROTTE TURISTICHE

Si rinvia ad un decreto del ministro per gli Affari regionali la ripartizione delle risorse di un fondo da 4 milioni di euro per  il 2021 per le aree di interesse geologico o speleologico tra le regioni (e le province autonome) nel cui territorio siano presenti grotte naturali turistiche. La norma prevede che le grotte debbano essere ubicate in siti di interesse comunitario e debbano avere un percorso visitabile, solo con l’accompagnamento da parte di personale autorizzato, della lunghezza minima di 2 chilometri, e una media annua di almeno 300mila visitatori nel periodo 2015-2019.

METROPOLITANA DI BRESCIA

Con una norma inserita nella prima lettura alla Camera si autorizza una spesa di 10 milioni di euro annui a decorrere dal 2021 per consentire una gestione della linea M1 della metropolitana di Brescia “improntata ai criteri di efficienza ed economicità, anche al fine di accrescere la qualità dei servizi erogati”.

LIBERI CONSORZI E CITTÀ METROPOLITANE SICILIA

Con un’altra norma introdotta alla Camera viene aumentato di 10 milioni di euro, a decorrere dal 2021, il contributo in favore dei liberi consorzi e delle città metropolitane della Regione siciliana, previsto dalla legge di Bilancio 2020 a decorrere dal 2020, portandolo da 80 a 90 milioni di euro.

continua – in abbonamento

GIL