Nuove tecnologie contro il razzismo negli stadi: parla Spadafora

0

ROMA (Public Policy) – “Nel giro di poche settimane dovremmo definire un sistema, anche attraverso nuove tecnologie, che possano essere applicato all’interno dei principali stadi italiani e possa agevolare lavoro delle forze dell’ordine” per contrastare le manifestazioni di razzismo. Lo ha detto il ministro dello Sport e politiche giovanili, Vincenzo Spadafora, in audizione alle commissioni Cultura di Camera e Senato. Il riferimento è molto probabilmente ai cosiddetti radar sonori, una tecnologia per captare la direzione dalla quale proviene un suono, facilitando così la ricerca di chi dovesse emettere urla o buu razzisti.

Ho avviato un tavolo tecnico con la Figc e il ministero dell’Interno. La Federcalcio stava già studiando delle misure attraverso nuove tecnologie, e stiamo arrivando nel giro di poche settimane alla definizione di un sistema all’interno dei principali stadi italiani come strumento di aiuto alle forze dell’ordine che si sperimenterebbe per la prima volta nel nostro Paese nella partita inaugurale dei campionati europei di calcio il 12 giugno prossimo”, ha sottolineato il ministro parlando del match fra Italia e Turchia in programma allo Stadio Olimpico di Roma.

“Non credo che questa parte possa esser esaustiva”, ha ancora specificando facendo riferimento alle misure repressive. “Per questo avvieremo campagne di sensibilizzazione, anche con il coinvolgimento dei giovani, anche attraverso realtà locali, per lavorare sull’aspetto culturale”, ha concluso. (Public Policy) FRA