Il Pd ci riprova con la cedolare secca al 10% sugli affitti brevi

0
imu

ROMA (Public Policy) – Il Partito democratico ci riprova: alla manovra finanziaria si prepara a presentare una riformulazione dell’emendamento sulla cedolare secca al 10% per gli affitti brevi. Il testo dell’emendamento è stato dichiarato inammissibile per problemi di copertura finanziaria.

L’emendamento propone in via sperimentale per 3 anni una cedolare secca al 10%, dall’attuale 21%, sugli affitti brevi, compresi quelli tramite piattaforme come Airbnb.

continua – in abbonamento

SOR-VIC-FRA-NAF