Sta per nascere la commissione Ecomafie: ecco su cosa indagherà

0
rifiuti

ROMA (Public Policy) – L’aula della Camera ha approvato all’unanimità dei presenti – con 508 voti favorevoli – la proposta di legge per istituire anche in questa legislatura la commissione d’inchiesta sui rifiuti. Il testo, frutto di tre proposte (M5s, Pd e Leu), adesso dovrà essere esaminato dal Senato.

La commissione sarà composta da 15 senatore e da 15 deputati. Tra gli ambiti d’indagine della bicamerale, oltre ai tradizionali sul ciclo dei rifiuti, compreso il traffico transfrontaliero, figurano: attività illecite relative ai siti inquinati e alle attività di bonifica; gestione dei rifiuti radioattivi e verifica dello stato di attuazione delle operazioni di bonifica dei medesimi siti; gestione del servizio idrico integrato per quel che attiene alla gestione degli impianti di depurazione delle acque nonché alla gestione dello smaltimento dei fanghi e dei reflui provenienti da tali impianti; incendi e condotte illecite riguardanti gli impianti di deposito, trattamento e smaltimento dei rifiuti ovvero i siti abusivi di discarica.

Un’altra novità riguarda l’ambito d’indagine relativo agli impianti che adottano procedimenti riconosciuti di migliore qualità e maggiore efficacia in campo ambientale, ovvero adottano tecnologie e procedimenti sperimentali che presentano interessanti prospettive di sviluppo e applicazione, in attuazione dei princìpi dell’economia circolare, al fine di prevenire gli illeciti ambientali. (Public Policy) NAF-SOR