Tercas, Corte Ue: le misure Fitd non erano aiuti di Stato

0

BRUXELLES (Public Policy / Policy Europe) – La Corte di giustizia dell’Unione europea ha respinto martedì l’impugnazione proposta dalla Commissione europea contro la sentenza del Tribunale che nel 2019 si era pronunciato sulle misure adottate dal Fondo interbancario di tutela dei depositi a sostegno di Banca Tercas.

Nel 2015 la Commissione europea ha considerato come aiuto di Stato la copertura del deficit patrimoniale data dal Fitd a favore di Tercas. Nel 2014, il Fondo aveva anche concesso a Tercas determinate garanzie. Tali misure erano state approvate dalla Banca d’Italia ed erano propedeutiche alla sottoscrizione di un aumento di capitale da parte di Banca popolare di Bari. Già nel marzo 2019 il Tribunale dell’Unione europea aveva giudicato errate le valutazioni di Bruxelles. Per i giudici di Lussemburgo il Tribunale ha correttamente dichiarato che tali misure non costituiscono aiuti di Stato in quanto non sono imputabili allo Stato italiano.

Con la decisione definitivamente annullata, la Commissione aveva ordinato all’Italia di recuperare da Tercas aiuti di Stato per 295,14 milioni di euro, oltre interessi. (Public Policy / Policy Europe) MDV