A che punto è l’attuazione della riforma penale: le bozze

0
giustizia

ROMA (Public Policy) – Il Pubblico ministero propone impugnazione nell’interesse dell’imputato “solo” con ricorso in Cassazione.

Lo prevede una bozza di decreto legislativo che attua parte della riforma del processo penale, che tra le altre cose ha delegato il Governo a intervenire in materia di intercettazioni e prescrizioni. Il dlgs, preso in visione da Public Policy, è stato esaminato giovedì nella riunione preparatoria del Cdm a Palazzo Chigi.

In sostanza, il dlgs attuativo stabilisce che l’impugnazione può essere proposta personalmente dall’imputato in tutti i casi tranne che per i ricorsi in Cassazione, che dovrà essere effettuata dal Pubblico ministero.

continua –in abbonamento

SOR