Alitalia e risorse Csea, dossier Senato: rischio ridotto, ma chiarire

0
alitalia

ROMA (Public Policy) – “Sembrerebbe utile un approfondimento in merito all’eventualità” che l’utilizzo di risorse della Cassa per i servizi energetici e ambientali, per lo slittamento della restituzione del prestito statale da parte di Alitalia, “possa compromettere le finalità a cui le risorse medesime sono destinate a legislazione vigente”. Lo si legge nel dossier del Servizio studi al Senato sul dl Semplificazioni.

Nello specifico il commento è riferito alla norma che posticipa il rimborso del prestito ponte ad Alitalia da 900 milioni più interessi dal 15 dicembre a “non oltre il 30 giugno 2019”. I 900 milioni per la copertura sono individuate in risorse in risorse gestite presso il sistema bancario dalla Cassa servizi energetici e ambientali.

I tecnici evidenziano che “contabilmente, l’utilizzo delle risorse della Csea costituisce una forma di copertura adeguata in termini di fabbisogno e non ha effetti sul debito trattandosi di uno spostamento di risorse che dal punto di vista della competenza economica avviene all’interno della Pa”. Allo stesso tempo, però, come detto, “sembrerebbe comunque utile un approfondimento in merito all’eventualità che tale utilizzo possa compromettere le finalità a cui le risorse medesime sono destinate a legislazione vigente”.

continua – in abbonamento

FRA