Il ddl M5s (a firma Lannutti) per abrogare il pareggio di bilancio

0

ROMA (Public Policy) – Abrogare la riforma dell’equilibrio di bilancio avvenuta nel 2012, con la riscrittura dell’articolo 81 della Costituzione, e prevedere che lo Stato assicuri il trasferimento a Regioni, Province e Comuni di risorse adeguate a “garantire i diritti fondamentali delle persone”.

Questo il contenuto, in sintesi, di un disegno di legge costituzionale a prima firma Elio Lannutti (M5s), non ancora depositato in via ufficiale a Palazzo Madama, che intende modificare il cosiddetto principio del pareggio di bilancio.

Secondo Lannutti, se per quest’anno non ci sono stati problemi ad autorizzare il ricorso all’indebitamento per il verificarsi degli eventi eccezionali legati all’emergenza sanitaria del Coronavirus, come previsto anche dalla legge (la n. 243 del 2012) di attuazione della riforma dell’articolo 81 della Costituzione, “nel 2021, nel 2022 e per alcuni anni a seguire sarà difficile giustificare il continuo ricorso all’indebitamento massiccio dello Stato, visto che gli ‘eventi eccezionali’ menzionati dalla Costituzione ci augureremmo non dovrebbero più accadere”. E, a quel punto, “la nostra Costituzione rappresenterebbe un serio ostacolo per la ripresa economica”.

continua – in abbonamento

IAC